Telefono e Fax

Tel: 0688650368 Fax: 06233201556

Commercialista, Mediatore Civile, Consulenza del Lavoro
Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato

Rifiuto del vaccino e contagio sul lavoro: indennizzi Inail

Lunedì 08/03/2021, a cura di AteneoWeb S.r.l.


Con l'Istruzione operativa del 1° marzo 2021 l'Inail si esprime in materia di tutela assicurativa e rifiuto di sottoporsi a vaccino anti Covid-19 da parte del personale infermieristico.

L'Istituto, questa volta, risponde ad un quesito trasmesso dall'Ospedale Policlinico San Martino di Genova in cui viene chiesto se e quali provvedimenti debbano essere adottati nei confronti del personale infermieristico che non ha aderito al piano vaccinale anti-Covid-19, "considerato che, pur in assenza di una specifica norma di legge che stabilisca l'obbligatorietà della vaccinazione, la mancata adesione al piano vaccinale nazionale potrebbe comportare da un lato responsabilità del datore di lavoro in materia di protezione dell'ambiente di lavoro (sia per quanto riguarda i lavoratori, che i pazienti) e dall'altro potrebbe esporre lo stesso personale infermieristico a richieste di risarcimento per danni civili, oltre che a responsabilità per violazione del codice deontologico".

Il quesito, in particolare, mira a chiarire se la malattia infortunio sia ammissibile o meno alla tutela Inail nel caso in cui il personale infermieristico (ma non solo), che non abbia aderito alla profilassi vaccinale, contragga il virus.

Il rifiuto di vaccinarsi, chiarisce innanzitutto l'Inail,  non può configurarsi come assunzione di un rischio elettivo, in quanto il rischio di contagio non è certamente voluto dal lavoratore e la tutela assicurativa opera se e in quanto il contagio sia riconducibile all'occasione di lavoro. Inoltre tale rifiuto, configurandosi come esercizio della libertà di scelta del singolo individuo rispetto ad un trattamento sanitario, ancorchè fortemente raccomandato dalle autorità, non può costituire una ulteriore condizione a cui subordinare la tutela assicurativa dell'infortunato.
Resta inteso, precisa infine l'Istituto, che occorre comunque accertare concretamente la riconduzione dell'evento infortunistico all'occasione di lavoro.

Clicca qui per leggere il testo integrale dell'Istruzione operativa Inail.

Fonte: https://www.inail.it
Notizie
Venerdì 16/04
Il Decreto Agosto aveva prorogato al 30 aprile 2021 il termine di versamento della seconda o unica rata...
 
Venerdì 16/04
Con l'introduzione dell'obbligo di fatturazione elettronica, prima verso le Pubbliche amministrazioni...
 
Venerdì 16/04
La Fondazione OIC ha pubblicato la versione definitiva del documento interpretativo n. 9, "Legge...
 
Venerdì 16/04
La Corte di Cassazione, Sez. 5 Penale, con la sentenza n. 13252 dell’8 aprile 2021 distingue tra...
 
Giovedì 15/04
Con la Risposta n. 245 del 13 aprile 2021 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che l'associazione che...
 
Giovedì 15/04
A partire dal 23 aprile 2021 potranno essere presentate le domande per richiedere finanziamenti...
 
altre notizie »
 

Studio Dott.ssa Marisa Cecoli

Via dei Prati Fiscali, 215 - 00141 Roma (RM)

Tel: 0688650368 - Fax: 06233201556

Email: info@studiocecoli.it

P.IVA: 06335641004