Telefono e Fax

Tel: 0688650368 Fax: 06233201556

Commercialista, Mediatore Civile, Consulenza del Lavoro
Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato

NUOVO ANTIRICICLAGGIO: obblighi di comunicazione per società - associazioni - trust

Mercoledì 23/08/2017

a cura di Studio Valter Franco


Obbligo a carico di società e persone giuridiche private
L'articolo 21, c. 1 e 2, del decreto prevede che le imprese dotate di personalità giuridica iscritte nel registro delle imprese e le persone giuridiche private di cui al D.P.R. 10/02/2000 n. 361
  • comunichino al registro delle imprese le informazioni relative al titolare effettivo
  • in via esclusivamente telematica
  • in esenzione da imposta di bollo


per l'iscrizione in apposita sezione ad accesso riservato.

L'omessa comunicazione è punita con la sanzione prevista dall'art. 2630 Codice Civile, cioè da 206 a 2.065 euro.

L'accesso a tale sezione è consentito, oltre che al Ministero dell'economia, alla Direzione Antimafia, all'Unità di Informazione Finanziaria, al Nucleo di Polizia valutaria della Guardia di Finanza ed anche alle autorità preposte al contrasto dell'evasione fiscale; l'accesso è consentito anche ai professionisti obbligati all'adeguata verifica della clientela, previo accreditamento e con pagamento dei diritti di segreteria; l'individuazione quindi del titolare effettivo dovrebbe semplificarsi (a pagamento), ma il condizionale è d'obbligo.

Obbligo a carico dei trust
Con il comma 3 dell'articolo 21 viene disposto lo stesso obbligo di comunicazione al registro delle imprese a carico dei trust produttivi di effetti giuridici rilevanti a fini fiscali, secondo quanto disposto dall'articolo 73 del Tuir; in questo caso l'accesso ai dati è consentito al Ministero dell'economia e delle finanze, all'Unità di Informazione Finanziaria, al Nucleo di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza, ai professionisti obbligati all'adeguata verifica della clientela, mentre viene esclusa la consultazione da parte delle autorità preposte al contrasto dell'evasione fiscale. 

Modalità della comunicazione
Il comma 5 dell'articolo 21 prevede che le modalità della comunicazione verranno stabilite con apposito decreto del MEF di concerto con il MISE.

Fonte: http://www.studiofranco.eu
Notizie
Venerdì 22/06
L'INPS, con la Circolare n. 74 del 25 maggio 2018, ha illustrato la disciplina del Fondo di solidarietà...
 
Venerdì 22/06
Con il provvedimento n. 232 del 18 aprile 2018, inserito nella newsletter del 29 maggio 2018, il Garante...
 
Venerdì 22/06
A prescindere dalla misura della partecipazione al consorzio, spetta al Prefetto, nell'esercizio di un...
 
Venerdì 22/06
Con la Risoluzione n. 45/E del 19 giugno 2018 l'Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per...
 
Venerdì 22/06
Il Ministero della Giustizia ha pubblicato la Circolare del 14 giugno 2018 in tema di cooperazione internazionale...
 
Venerdì 22/06
Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 19 giugno 2018 è stata pubblicata la Direttiva (UE)...
 
altre notizie »
 

Studio Dott.ssa Marisa Cecoli

Via dei Prati Fiscali, 215 - 00141 Roma (RM)

Tel: 0688650368 - Fax: 06233201556

Email: info@studiocecoli.it

P.IVA: 06335641004